Punta Bianca riserva, accolto l’appello di Belen

Belen chiama, la Regione Sicilia risponde. Dopo vari appelli, ultimo quello della showgirl argentina, Belen Rodriguez, c’è il via libera al percorso per l’istituzione della riserva naturale di Punta Bianca e anche di Scoglio Patella. Il governo Musumeci, su proposta dell’assessorato del Territorio e dell’Ambiente, ha avviato l’iter per la creazione dell’area protetta su circa 300 ettari ricadenti tra Agrigento e Palma di Montechiaro, attraverso l’inserimento nel Piano regionale dei parchi e delle riserve.”Abbiamo voluto dare un impulso definitivo – commenta il presidente della Regione Nello Musumeci – alla procedura per porre sotto tutela un’altra preziosa porzione della nostra terra. Era un impegno che avevo assunto durante una mia visita nell’Agrigentino. L’obiettivo è quello di consentirne una valorizzazione sostenibile anche se non ingessata. Per i Comuni interessati sarà una nuova opportunità di sviluppo, nel rispetto del paesaggio”. Con questa delibera di giunta – aggiunge l’assessore all’Ambiente Toto Cordaro – abbiamo posto una prima pietra per proteggere un luogo di grande valore ambientalistico. Un percorso che adesso è irreversibile”.
Una vicenda ritornata di grande attualità grazie al fatto che Belen Rodriguez nei giorni scorsi ha scelto proprio Punta Bianca ad Agrigento come location per il nuovo spot di “Hinnominate”, il brand di moda al quale lavorano anche i fratelli Cecilia e Jeremias. La showgirl argentina, conquistata dalla bellezza del luogo, ha chiesto al presidente della Regione di farla diventare riserva naturale: “Abbiamo scelto come location della prossima campagna di “Hinnominate” Punta Bianca. È un luogo meraviglioso e unico che meriterebbe una migliore valorizzazione, in senso turistico e ambientale. In questa zona insiste da 63 anni un poligono militare, le cui esercitazioni stanno distruggendo i luoghi, distruggendo le strade bloccando la fruizione turistica, mentre le associazioni ambientaliste locali aspettano da 25 anni che sia riconosciuta dalla regione quale riserva naturale. Vorrei finire con un appello al presidente Musumeci, affinchéistituisca la tanto agognata riserva naturale”.
La risonanza della modella è tale da alimentare subito il dibattito politico. “Quello di rendere Punta Bianca riserva naturale protetta è un tema che mi sta particolarmente a cuore, – dichiara l’on. Giusi Savarino – il Presidente Musumeci, e di questo lo ringraziarlo personalmente, ha fatto sua sin da subito questa battaglia a tutela dello splendore dei luoghi”.
Savarino risponde anche al deputato nazionale del gruppo misto Michele Sodano che aveva affermato: “La politica regionale continua a non raccontare la verità, l’On. Savarino avrebbe dovuto, prima di tutto, dare riscontro alle interrogazioni Parlamentari da me presentate, un atto di Sindacato Ispettivo della Camera dei Deputati vale più di un post Instagram di una personaggio dello spettacolo. Di che iter si parla, possiamo leggere gli atti, o “l’avviamento dell’iter” è uno di quei continui impegni della politica siciliana che non troveranno mai realizzazione?

All’appello di Belen aveva fatto eco anche il deputato regionale del M5S Giovanni Di Caro, mentre il leghista Carmelo Pullara ha parlato della necessità di affidare all’associazione MareAmico, da sempre sensibile a Punta Bianca, la gestione della riserva.Era il 22 marzo 2021 quando la Giunta presieduta dal Sindaco Stefano Castellino deliberava istituzione della R.N.O. (Riserva Naturale Orientata) denominata “Punta Bianca e Scoglio Patella” nel territorio di Palma di Montechiaro. Stessa delibera fu fatta dal Comune di Agrigento. “Un grazie – dice ancora Castellino – inoltre agli Uffici Comunali, ai Collaboratori, alla Giunta per la fattiva azione ed al Consiglio Comunale per il costante sostegno. Si scrive una altra pagina di Storia: Viva Palma di Montechiaro”.