Viadotto Akragas resta chiuso, si allungano i tempi della ristrutturazione

viadotto akragas

Viadotto Akragas, si allungano i tempi a causa degli interventi straordinari di manutenzione.

Viadotto Akragas, secondo il Direttore regionale dell’Anas Valerio Mele, ci sono ancora degli interventi di manutenzione da mettere in atto prima della riapertura. Valerio Mele ha parlato di tutti gli interventi di manutenzione che l’Anas ha messo in atto o metterà in atto in tutte le strutture pericolanti della provincia di Agrigento, in particolar modo il ponte Akragas e il viadotto Petrusa.

Viadotto Akragas – La priorità data al ponte Akragas II, per il restante tratto c’è ancora da lavorare

L’Anas ha voluto dare la priorità alla riapertura dell’Akragas II che viene considerato di primaria importanza per la normale viabilità del traffico agrigentino. Akragas II è il tratto che collega la via Dante Alighieri allo stadio Esseneto e che consente di smaltire il traffico accumulato in via Manzoni e negli altri tratti interni. Per la riapertura di questo tratto sono stati necessari interventi di protezione dei punti scoperti dei cavi corrosi e di consolidamento di alcune travi di bordo. Mentre, per il tratto Akragas I, come spiega Valerio Mele durante l’intervista rilasciata al giornalista Giuseppe Castaldo, sono in corso delle opere di ripristino e rinforzo delle campanate che terminerà nel mese di dicembre. Ma per la riapertura definitiva è necessario terminare gli interventi di manutenzione straordinaria che richiede un investimento massimo di 30 milioni e che comprende tutti i viadotti compresi nella SS 115 Sud Occidentale Sicula e la SS 115 quater. Il direttore dell’Anas sottolinea che solo al termine di questi interventi sarà possibile riaprire al traffico il viadotto Akragas.
Per quanto riguarda il viadotto Petrusa, l’Anas ha già messo in atto le procedure di esproprio per accelerare i tempi previsti dall’iter amministrativo.