Sicilia rischio zona gialla

L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, sulla situazione Covid in Sicilia, afferma: “I numeri sono in aumento, il rischio di una possibile zona gialla c’è, spetta a tutti noi cercare di assumere comportamenti per evitarla.Valuteremo con il comitato tecnico scientifico, domani, se proporre al presidente della regione nuove misure di contenimento.Invito tutti al rispetto delle regole, altrimenti si mandano a rischio tutte le attività economiche. I cittadini devono darci una mano agevolando la terza dose e le nuove vaccinazioni per chi ancora non lo ha fatto. Dobbiamo evitare file interminabili fuori dagli dai centri vaccinali e coinvolgere i medici di medicina generale”. Raddoppio del numero di punti drive-in per tamponi in Sicilia. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, a Catania, al termine della videoconferenza con i vertici della sanità territoriale convocati per fare il punto sull’andamento della pandemia da Coronavirus nell’Isola. “Ho voluto incontrare i dirigenti delle aziende sanitarie provinciali – ha spiegato Razza -, insieme con i dirigenti generali dei dipartimenti, con la responsabile della task force vaccini per dare alcune indicazioni a tutte le aziende. Noi oggi ci troviamo ad avere una crescita importante dei contagi come in ogni parte d’Italia. Gran parte di questi soggetti, per fortuna, sono asintomatici e isolati al domicilio. Domani incontrerò gli esponenti dell’ordine nazionale dei Biologi per rafforzare l’attività dei tamponi e raddoppiare il numero dei drive-in in tutta la Sicilia, potendo così destinare i medici alle visite domiciliari e ai vaccini domiciliari. Domani inoltre si riunirà il comitato tecnico scientifico della Regione, per aggiornare i criteri che riguarderanno la colorazione delle singole realtà comunali dell’isola”.