Agrigento. Il sindaco: «Un Natale nell’atmosfera di gioia. Commissionato un abete per la piazza»

Dall’Assessorato regionale al Turismo arriva nelle casse del Comune di Agrigento la somma di 40mila euro per finanziare luminarie e spettacoli natalizi.  “Voglio che in città si respiri un’atmosfera di festa e di gioia per come merita”. Il sindaco Francesco Miccichè si prepara all’arrivo del Natale, mettendo sul tavolo il progetto per gli eventi legati alle festività sia nel centro storico che nelle periferie. Molte iniziative sono al vaglio degli uffici competenti e dell’Assessorato alla Cultura di concerto con l’Assessorato alle Attività Produttive. Bancarelle per il mercatino, la pista di pattinaggio, le luminarie e l’immancabile albero in piazza Marconi “che quest’anno tornerà ad essere vero”  annuncia il primo cittadino che ha già commissionato un abete nei boschi della Forestale. Come sempre saranno previste luci in via Atenea e vasi per adornare le vie del centro. Un pò in ritardo rispetto all’anno precedente ma aprendo alla partecipazione gli esercizi commerciali della città, affinché si viva una maggiore atmosfera di festa e, al tempo stesso, esortare i privati e i commercianti ad abbellire gli esterni delle proprie dimore e delle proprie attività commerciali  con allestimenti che richiamino il Natale.

Il sindaco Miccichè si prepara all’arrivo del Natale: “Voglio si respiri festa e gioia”

L’albero di piazza Marconi e molti dei vasi che adorneranno la città come sempre saranno donati dal sindaco. Del resto Miccichè è entrato nel cuore degli agrigentini per essersi reso protagonista di queste iniziative già quando era assessore comunale della giunta Firetto e anche dopo le sue dimissioni. Per diversi anni, anche quando non fece più parte dell’esecutivo fu proprio Miccichè a donare l’albero di Natale alla città e lo scorso anno insieme agli assessori della sua squadra acquistò anche diversi vasi adornati con piantine di stelle di Natale. Con le casse comunali vuote però, dovranno essere i privati cittadini e gli imprenditori a cimentarsi nella creazione della loro opera con originalità e fantasia dando vita ad angoli suggestivi per l’addobbo della migliore facciata di un palazzo, di un balcone, di una terrazza, di una veranda, di una porta, di un portone, di una vetrina tutti visibili dalla pubblica via. Chi metterà le luci? Il bando del Comune non è stato ancora ufficializzato, intanto Miccichè è convinto di coinvolgere sponsor privati per adornare la città e angoli della periferia. L’amministrazione , dunque , vuole dare una risposta alle aspre critiche che in questi giorni sono piovute in città. Un anno fa gli agrigentini avevano quasi gridato al miracolo quando ben due squadre di operai avevano cominciato a potare gli alberi al viale della Vittoria. Con ammirazione e speranza avevano pensato che finalmente il decoro della città non era più un sogno. Poi, a poco a poco, hanno scoperto che una squadra era composta da beneficiari di un contributo assistenziale da parte della Regione e un’altra aveva ricevuto i soldi perché stornati da altri lavori. Ora l’Amministrazione Comunale si prepara per ridare lustro alla città in occasione del Natale.