Sciacca, aumenta la tassa di soggiorno per dare nuovi servizi alla città

A Sciacca in previsione un aumento della Tassa di Soggiorno. Da  3 euro e 50 centesimi per gli alberghi a 5 stelle e oltre, si potrebbe passare a 5 euro. Da un euro e 50 centesimi per i 4 stelle si potrebbe passare a 2 euro e 50. Infine, da un euro per i 3 stelle e 50 centesimi per i bed and breakfast  e per le altre tipologie si andrebbe a 2 euro per il primo gruppo e ad un euro per il secondo.

“La nostra amministrazionedichiarano il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca- in fatto di turismo vuole imporre una vera sterzata, valorizzare le grandi risorse disponibili in città e le grandi potenzialità di cui il territorio dispone. Convinti che il turismo, come accade in altri luoghi della Sicilia, debba essere fonte primaria di sviluppo e lavoro, abbiamo cominciato a dire agli imprenditori del settore che finalmente i proventi dell’imposta di soggiorno saranno utilizzati per migliorare accoglienza e servizi da destinare ai turisti, così come prevede nei suoi punti principali l’apposito regolamento a suo tempo istituito dal consiglio comunale”.

Il tutto servirà a dare nuovi servizi alla città e dunque abbellire la città, migliorare i percorsi di accesso alle strutture turistiche, stampare materiale promo pubblicitario, migliorare l’utilizzo del web per promuovere la città e i posti letto, incentivare l’apertura di altre strutture ricettive, attività di marketing, migliorare i collegamenti viari.

A darne notizia il Giornale di Sicilia.