Salvatore Salvaggio, cantante lirico, sarà Ambasciatore degli Agrigentini nel mondo

Salvatore Salvaggio, cantante lirico agrigentino, sarà ambasciatore del nostro territorio in giro per il mondo. Su iniziativa del Consorzio Turistico Valle dei Templi e in collaborazione con il Comune di Agrigento questa mattina è stata consegnata simbolicamente al cantante la lettera di incarico e il simbolo dei Templi come Ambasciatore di Agrigento. L’obiettivo è creare una serie di azioni mirate alla promozione del territorio anche grazie a chi come Salvaggio porta la sua arte all’estero e favorire eventuali rapporti di collaborazione culturale ed economica con altri paesi.
Questa mattina all’ex Collegio dei Filippini il Presidente del Consorzio, Fabrizio La Gaipa, ha presentato e spiegato i motivi dell’iniziativa legata al progetto “Ambasciatori di Agrigento” per favorire nuovi rapporti di carattere culturale, sociale ed economico con i rappresentanti delle comunità di italiani all’estero. Il titolo di “Ambasciatori di Agrigento” viene conferito ad agrigentini che, recandosi in viaggio all’estero, siano disponibili ad incontrare le locali comunità dei siciliani portando dei piccoli doni di amicizia ed aprendo così la strada per ulteriori proficui contatti. La scelta, condivisa pienamente dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto, è ricaduta sul cantante lirico Salvatore Salvaggio per le sue qualità artistiche culturali come La Gaipa ha spiegato:  “Siamo particolarmente orgogliosi che un vanto della nostra terra abbia deciso di aderire al nostro progetto. Salvaggio, che per le ragioni del suo lavoro di altissimo livello culturale è spesso in giro per il mondo, saprà senza dubbio rappresentarci all’estero attraverso quell’immagine di eccellenza che egli stesso incarna – e precisa il Presidente del Consorzio – Coloro che vi aderiscono, per come fatto dal Maestro Salvaggio e da altri meritevoli agrigentini, lo fanno con spirito di volontariato senza ristoro economico alcuno.”

Il Sindaco ha lodato l’iniziativa riferendo quanto sia “importante parlare positivamente della nostra città, senza critiche e polemiche sterili, che non promuovono il nostro territorio ma che lo mortificano, quindi che si parli di Agrigento e se ne parli bene“. Emozionato il maestro Salvatore Salvaggio dopo aver ringraziato il Consorzio per averlo scelto, ha dichiarato: “ sono molto legato a questa terra che ha enormi potenzialità e sono onorato di coprire la veste di ambasciatore per dare un’immagine positiva e migliore della nostra città, stando all’estero ho potuto notare come i siciliani emigrati siano molto più legati di noi al territorio anche in modo nostalgico, io porto l’opera lirica oltre il territorio italiano, un’arte nostra e che abbiamo inventato noi, chiedo al Consorzio uno step in più: che metta a disposizione azioni di tipo produttive usando proprio la mia arte per incrementare il turismo nel nostro territorio. Si parta da Agrigento per conquistare il mondo.”

L’iniziativa è frutto del Protocollo d’Intesa del giugno 2016 tra Comune di Agrigento e Consorzio Turistico Valle dei Templi e con la collaborazione del Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi di cui il sindaco di Agrigento è presidente.

Salvatore Salvaggio:

Il Maestro Salvatore Salvaggio, basso, specializzato nel repertorio da basso comico, si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso l’istituto musicale “V. Bellini” di Caltanissetta seguito dal soprano Silvana Alessio Martinelli. Si è successivamente  perfezionato con il baritono Bruno De Simone. Vincitore di svariati concorsi lirici internazionali, tra i quali il XXXIII° Concorso Internazionale Per Cantanti “Toti Dal Monte” di Treviso, la XII^ edizione del Concorso Internazionale “Francesco Cilea” di Reggio Calabria ed il Premio del Pubblico alla XVI^ ed. del Concorso Lirico Internazionale “Rocca delle Macie”(Si).
Ha già nel suo attivo numerosi concerti e recital in tutta Italia e nel mondo. All’estero ha cantato fra l’altro a Genk e Liegi in Belgio, a Londra e Peterborough in Inghilterra, a Lamia in Grecia, a Montreal in Canada e a Berlino e Wolfsburg in Germania.