Reagiscono a tentativo di rapina e mettono in fuga bandito

Un bandito solitario, con il volto coperto dalla sola mascherina anticovid, e apparentemente non armato, entrato in una sanitaria, ha intimato di consegnare il denaro che c’era nel registratore di cassa. Ma la titolare dell’attività commerciale, e la dipendente da dietro al bancone hanno reagito al tentativo di rapina.

Ne è nata una colluttazione durata poco meno di un minuto, al termine della quale, il bandito ha dovuto rinunciare al bottino, dileguandosi velocemente. E’ successo sabato pomeriggio a Canicattì. Scattato l’allarme, poche ore più tardi, il malvivente, oramai con il fiato sul collo di polizia e carabinieri, accompagnato dal suo avvocato si è presentato negli uffici del Commissariato cittadino.

Avrebbe ammesso di avere agito per disperazione. Si tratta di un trentenne di Castrofilippo, denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, con l’ipotesi di reato di tentata rapina.