Prestito per AICA, dal consiglio comunale arriva l’ok. Zicari: “Autonomia patrimoniale per la consortile”

“Ieri sera il Consiglio comunale, dove ero assente giustificata per mancanza della videoconferenza, ha dato l’ok  a contrarre un debito con la Regione in favore di Aica”. A parlare è il consigliere comunale di Agrigento di Diventerà Bellissima, Roberta Zicari. “Mi auguro che indebitarci per dare all’Aica una liquidità importante, forse anche superiore ai costi di gestione – aggiunge- serva a garantire i lavoratori dell’azienda per le loro legittime spettanze. Ad oggi il Comune nella qualità di socio di una consortile, risponde illimitatamente per le eventuali perdite di Aica. Onde evitare di ripetere un film già visto, come con i debiti del Voltano, chiedo di valutare l’ipotesi di dare maggiore indipendenza all’Aica: che abbia autonomia patrimoniale perfetta, così da mettere in sicurezza le casse comunali. Inoltre chiederò di convocare al più presto l’Aica e l’Ati nella Commissione di cui faccio parte, la VI, competente per materia.  Per risolvere i problemi idrici, credo sia di fondamentale importanza, più che immettere liquidità nella società, non perdere i soldi già stanziati dalla Regione. Per questo inviterò ufficialmente l’Aica e l’Ati ad inviarci il cronoprogramma grazie al quale realizzare i lavori sulle reti in due anni (come richiesto dal finanziamento). Dopo aver acquisito il cronoprogramma, vigilerò costantemente sul suo avanzamento affinché venga rispettato. Poi inizierò a domandare con forza quali iniziative l’Aica e l’Ati – conclude Roberta Zicari- intendano perseguire per trovare nuove fonti di approvvigionamento idrico”