Il Presidente Ati, Lotà, scrive al Prefetto Diomede sui furti d’acqua nell’agrigentino

Il Presidente dell’Ati idrico, Vincenzo Lotà, scrive al Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede. Nella lettera lamenta una serie di furti di acqua lungo la condotta di alimentazione acquedotto Gela-Aragona e chiede alla stessa Prefettura di indire un incontro al fine di poter individuare un’azione comune per combattere il fenomeno.

I furti d’acqua si riferiscono soprattutto alla zona di Licata con conseguente riduzione della portata idrica e disagi.