Porto Empedocle, “Provò ad uccidere il cognato”: Tuttolomondo a processo

E’ cominciato presso il Tribunale di Agrigento il processo nei confronti di Giovanni Tuttolomondo, 45 anni, pescivendolo di Porto Empedocle che, secondo l’accusa, avrebbe sparato, nell’aprile del 2013,  ben otto colpi di pistola all’indirizzo del cognato, Libertino Vasile Cozzo, 41 anni, anche lui empedoclino, che riuscì a sfuggire all’agguato. I killer che agirono furono due uomini a volto coperto. A seguito delle indagini fu arrestato Tuttolomondo, mentre non si hanno notizie circa il presunto complice.