Ordine degli avvocati : ecco il risultato delle votazioni

Il primo degli eletti, con uno scarto gigantesco sugli altri candidati, è Salvatore Maurizio Buggea, votato da 588 colleghi. Tiene il presidente uscente Vincenzo Avanzato che porta a casa 466 preferenze e la certezza virtuale di essere confermato nella carica. La prima donna eletta è Vincenza Gaziano che raccoglie idealmente l’eredità del padre Antonino, approdato al consiglio nazionale forense dopo decenni di militanza nell’organo provinciale presieduto per quattro mandati. Gli avvocati agrigentini – categoria che sta battendo ogni record di iscritti – hanno rinnovato il loro consiglio dell’Ordine che resterà in carica tredici mesi. La principale sorpresa del voto è Gianluca Sprio, avvocato penalista favarese di 39 anni, approdato in consiglio per la prima volta col voto di 298 colleghi, classificandosi quinto e superando persino due consiglieri di lungo corso come Ignazio Valenza e Gerlando Alonge che hanno avuto nel tempo anche incarichi direttivi all’interno del consiglio.
Ecco il dettaglio del risultato elettorale: Maurizio Buggea è stato il più votato con 588 preferenze. Seguono Vincenzo Avanzato con 466 voti e Vincenza Gaziano con 450. Questi gli altri eletti: Lilla Azzarello, 331; Gianluca Sprio, 298; Ilaria Sferrazza, 294; Antonio Ragusa, 275; Ignazio Valenza, 267; Anna Agrò, 261; Lucia Stefania La Rocca, 258; Antonino Maria Cremona, 256; Fabio Quattrocchi, 249; Gerlando Alonge, 248; Luigi Mulone, 243 e Alba Nicotra, 205.
Prima dei non eletti Maria Elena Nocera con 198 voti. Poi seguono: Diego Giarratana, 195; Eugenio Longo, 185; Simone Landri, 182; Giancarlo Di Fede, 175; Virginia Dalli Cardillo, 169; Rosalia Lo Sardo, 167; Salvatore Loggia, 161; Carla Sgarito, 143; Roberto Gambina e Raimondo Tripodo, 142; Carmelinda Sabia, 137; Giovanni Hamel, 134; Valentina Bellanca, 116; Giuseppe Arnone, 111; Rosario Latino, 102; Francesco Turoni, 68, e Salvatore Broccio 62.
Nei prossimi giorni il nuovo consiglio, le cui funzioni sono state ridefinite da una recente legge che gli ha attribuito maggiori funzioni amministrative, si riunirà per eleggere il presidente (che salvo improbabili ripensamenti sarà ancora Vincenzo Avanzato), il segretario e il tesoriere. “Il consenso ricevuto – ha commentato ieri Salvatore Maurizio Buggea, primo degli eletti – mi onora e mi carica di responsabilità. Cercherò di essere un degno rappresentante dell’avvocatura agrigentina ed espressione della voce di tutti i colleghi, ai quali mi sento di rivolgere un forte ringraziamento per la stima e l’affetto dimostrati”.
Gianluca Sprio, vera sorpresa del voto, commenta: “Il nuovo consiglio sarà composto da diversi colleghi che hanno meno di quaranta anni. Ciò significa che nella categoria si avverte un forte senso di rinnovamento ma al tempo stesso è stata confermata una buona parte della vecchia compagine a dimostrazione del fatto che hanno ben operato. Cosa mi propongo di fare? Di sicuro cercherò di essere più incisivo a tutela dei colleghi più giovani con cui mi sono confrontato a lungo in queste settimane”. Così Vincenza Gaziano: “Sono felice del risultato personale e pronta a ripagare la fiducia dei colleghi lavorando in seno al consiglio al servizio dell’avvocatura agrigentina”. (Dal Giornale di Sicilia  Gerlando Cardinale)