Maxi-sequestro di pesce a Porto Empedocle

Circa 180 chilogrammi di prodotti ittici freschi e congelati che non adempivano ai requisiti di legge relativi alla tracciabilità, sono stati sequestrati a Porto Empedocle. A sequestrare i prodotti, nel corso di un controllo del territorio, mirato alla prevenzione e repressione del fenomeno della vendita di pesce che non rispettano prescrizioni igienico-sanitarie, i carabinieri della motovedetta d’altura della Compagnia di Agrigento . Il pesce è stato squestrato nell’area portuale della cittadina marinara.