Maltempo, nubifragi e neve nell’Agrigentino, auto ferme e blackout e scuole chiuse

Una nuova ondata di maltempo sta flagellando l’agrigentino, causando pesanti disagi soprattutto nelle strade interne. Macchine bloccate per l’asfalto ghiacciato sulla statale 115 tra Favara e Naro. Istituti scolastici chiusi a Mussomeli e Cammarata. Zone senza luce a Canicattì e Agrigento a causa dei fulmini e dei potenti temporali. I Collegamenti con le isole minori di Linosa e Lampedusa sono ancora bloccati a causa del mare mosso.

Alcuni siti riferiscono di traffico in tilt a causa del ghiaccio sulla statale 115 all’altezza di Favara e Naro dove diverse auto sono rimaste bloccate nei pressi di contrada Burraitotto e Diga Furore a causa dell’asfalto ghiacciato.  Ghiaccio che non si è sciolto anche ad Agrigento città. Intanto per oggi il sindaco di Cammarata, Vincenzo Giambrone, ha emanato un’ordinanza che ordina la chiusura delle scuole di ogni grado a causa della neve che ha ricoperto le strade del paese.

Nell’Agrigentino, vigili del fuoco e tecnici di Enel energia alle prese con gli ormai datati impianti dell’energia elettrica pubblica. A causa della forte pioggia che si è abbattuta a Canicattì e ad Agrigento sono stati diversi i casi di blackout che hanno fatto intasare le linee del 115. Al buio per diverse ore viale Carlo Alberto a Canicattì e via Vallicaldi ad Agrigento. Pare che la sospensione dell’energia elettrica durante i temporali è dovuta alle condizioni dei cavi rivestiti in plastica che al contatto con l’acqua creano corto circuito. (Nella foto di Aldo Lauricella – fulmini a Lampedusa).

Ancora neve sulla SP 24 B in direzione S. Stefano di Quisquina: transito consentito con catene.
 
Ha ripreso a nevicare nelle ore notturne, sulla n. 24-B S.Giovanni Gemini-Santo Stefano di Quisquina, vanificando il lavoro eseguito ieri dai cantonieri e mezzi del ibero Consorzio per rendere transitabile questa importante via di comunicazione tra i due versanti opposti di Monte Cammarata. Stamani, riferisce l’ufficio stampa del Libero Consorzio, sono stati segnalati tra i 15 e i 20 cm di neve su quasi tutto il tragitto, che renderanno necessario un nuovo intervento per liberare la carreggiata con lo spalaneve e il successivo spargimento di sale per evitare la formazione di ghiaccio. Permane il pericolo di slittamento, pertanto è obbligatorio l’uso di catene e consigliabile in ogni caso l’uso di veicoli con trazione integrale. Strada libera invece da San Giovanni Gemini sino al bivio Tumarrano, mentre non desta al momento preoccupazioni la neve caduta sulla SP n. 26-A Cammarata-Castronovo di Sicilia, sulla quale ieri era stato effettuato lo spargimento del sale.  
 
Neve e pioggia stanno mettendo dunque a dura prova l’organico del Settore Infrastrutture Stradali, contestualmente impegnato nelle ultime operazioni di rimozione dei detriti da diverse strade provinciali del comparto orientale danneggiate dalle forti precipitazione dello scorso novembre. Una situazione che comunque viene attentamente monitorata, anche in previsione di un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo.



In questo articolo: