Maddalusa, nel ponte del fiume Akragas la ringhiera è marcia e pericolosa


Da un po’ di tempo a questa parte la ringhiera non è sicura. Siamo a Maddalusa, nel ponte del fiume Akragas dove qualche giorno fa è stato celebrato l’evento FAI con la scopertura della targa “Maddalusa Luogo del Cuore”.

 Gli agenti atmosferici hanno accelerato il processo di ossidazione e di deterioramento. La ringhiera è arrugginita, divelta: è, insomma, poco sicura. Quella che dovrebbe essere una barriera di protezione è corrosa e indebolita. I residenti e chi, nella zona, ha investito costruendo strutture ricettive, lamentano l’assenza di interventi. L’assessore comunale di Agrigento, Gerlando Principato spiega: “La sistemazione è prevista in un progetto del Libero consorzio che riqualifica l’intera area, fino alla foce dell’Akragas”. Il finanziamento ammonta complessivamente a 1.390.000,00 euro. “Riqualificazione paesaggistico ambientale, valorizzazione e fruizione del tratto costiero di Maddalusa e la foce del fiume Akragas”, questo il progetto che prevede interventi non soltanto sulla foce, ma anche sulle aree connesse ad una porzione d territorio alla quale gli agrigentini (e non soltanto) sono molto legati per ragioni storiche e ambientali, ma che da diversi anni è in stato di degrado o abbandono, con strutture che meritano di essere riqualificate e valorizzate, e con notevoli prospettive di interesse turistico.