L’Ordine degli Ingegneri di Agrigento rilancia la transizione digitale

Venerdì 26 e sabato 27 novembre scorsi si sono riunite la Consulta e l’Assise degli Ordini degli Ingegneri della Sicilia, nel corso delle quali i presidenti delle nove province siciliane, accompagnati dai rispettivi consiglieri, condividendo finalmente in presenza un momento di grande entusiasmo, hanno dato il loro contributo in termini di idee e progetti per il rilancio della categoria. I lavori sono stati coordinati egregiamente dall’Ing. Elvira Restivo, Presidente della Consulta Regionale. L’evento ha visto la partecipazione, fra gli altri, del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e dell’Assessore al Territorio e Ambiente, Totò Cordaro. Gli onori di casa sono stati fatti da Vincenzo Di Dio, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Palermo. Contestualmente si è svolta anche la prima assemblea del Centro Regionale Studi Urbanistici – CeRSU – con la presenza di un padrino di eccellenza, il Prof. Paolo La Greca, Presidente del centro Nazionale Studi Urbanistici. Durante l’assemblea si è svolta l’elezione del nuovo Direttivo del CeRSU, che vede protagonisti due Ingegneri della Provincia di Agrigento, Alberto Avenia e Jennifer D’Anna (Consigliere Segretario), ai quali il Presidente, Achille Furioso, ha augurato un buon lavoro. Nel corso delle due giornate, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Agrigento, con portavoce il Presidente, Achille Furioso, ha presentato una mozione sugli ingegneri dell’Informazione affinché siano maggiormente tutelati in ambito pubblico e privato. Il report sull’ingegnere dell’informazione, curato dai vicepresidenti del Dipartimento “Ingegneria dell’Informazione”, Sergio Caramanno e Flavio Patti, ha suscitato il massimo interessamento da parte del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), rappresentato dal Presidente, Armando Zambrano e l’impegno, da parte del Presidente del Centro Studi Nazionale del CNI, Peppino Margiotta, di dedicare un prossimo studio al tema proposto dagli Ingegneri della Provincia di Agrigento, rappresentati in Consulta, oltre che dal Presidente Furioso, da Francesco Di Mino, consigliere delegato.

Hanno partecipato ai lavori anche i consiglieri: Michele Zambuto (Tesoriere), Antonino Cellura, Gian Luigi Di Marco, Maurizio Simone, Giuseppe Sorce.