Le prossime avversarie della Seap Dalli Cardillo Aragona: le Leonesse Bresciane.

Sabato 13 novembre alle ore 20,30, al PalaMoncada, la Seap Dalli Cardillo Aragona affronterà la Banca Valsabbina Millenium Brescia, partita valida come anticipo della settima giornata del campionato di serie A2 di volley femminile. La squadra lombarda occupa la seconda posizione in classifica con 16 punti, frutto di 5 vittorie e 1 sconfitta, con 15 set all’attivo e 6 appena persi. L’unica sconfitta è maturata nel turno precedente, in casa contro il San Giovanni Marignano ed è costato il pimo posto in classifica proprio a vantaggio della squadra della Ortolani. La formazione Bresciana resta in ogni caso una delle grandi favorite alla vittoria finale del campionato e per il ritorno nella massima serie del volley femminile, la serie A1 che il club delle Leonesse ha già conosciuto nelle ultime 3 stagioni. Proprio al fine di tornare a schiacciare sui taraflex più prestigiosi, il Presidente Roberto Catania ha allestito un roster di grandissimo livello, atlete giovanissime (cinque giocatrici del six+1 titolare sono nate tra il 1999 e il 2001) ma ricche di talento. Per sottolineare l’ambizione e la capacità di programmazione della società lombarda basti rilevare la presenza nel suo staff dirigenziale dellafigura dell’esperto in competenze trasversali, le soft skill. Si tratta di un ruolo di derivazione aziendale, che verrà svolto dal Dott. Giacomo Zini, il quale interfacciandosi prima di tutto con lo staff tecnico e secondariamente con le atlete, avrà il primario compito di gestire tematiche quali la leadership, la gestione di conflitti e la fissazione degli obiettivi all’interno del gruppo di lavoro bresciano, al fine del costante miglioramento della performance del team. Osservando l’organico praticamente può dirsi nuovo di sana pianta per quanto riguarda le atlete italiane, infatti ad essere riconfermata è stata solo la straniera, la croata Cvetnic, per il resto solo volti nuovi, sia in campo che in panchina. A cominciare dall’allenatore, il giovane Alessandro Beltrami, 40 anni,con esperienze importanti in Italia con i club (Chieri, Modena, Scandicci), ma anche all’estero con le squadre nazionali (Olanda). Può vantare ottimi maestri essendo cresciuto al fianco di grandi allenatori come Giovanni Guidetti e Massimo Barbolini. Si tratta di un allenatore grintoso, capace di trasmettere entusiasmo all’ambiente,quindi l’ideale per una piazza come Brescia che dopo la retrocessione ha effettuato un Grande Reset tecnico. In regia Rachele Morello, classe 2000 per 182cm, formatasi nel club federale, è reduce dalla brillante stagione a Ravenna, condotta sino ai play off promozione. Nella sua giovane carriera ha già conosciuto la maglia della Nazionale Italiana sia nelle varie categorie Under, dove ha colto diversi successi (nell’Under 18 la medaglia d’argento al Campionato Europeo 2017 e poi l’oro al Campionato Mondiale 2017, ricevendo in entrambe le competizioni il premio individuale come migliore palleggiatrice e poi un altro oro ottenuto al Campionato Europeo Under 19 del 2018), ma anche, da questa estate, con la Nazionale maggiore, avendo ottenuto la prima convocazione per la Volley Nations League disputata a Rimini. Come martello ricevitore c’è Alice Tanase, classe 2000 per 183 cm, coetanea della regista Morello, ne ha anche condiviso il percorso nelle nazionali juniores, successi compresi.  Giocatrice completa, proviene dal Mondovì, a 21 anni può vantare già tre esperienze in A2 con quasi 1000 punti messi a referto.  Come libero Serena Scognamillo, classe 2001 per 170 cm, anche lei giovanissima, con le due compagne citate, Tanesi e Morello completa il trio di  promesse azzurre, avendo in comune il percorso nelle formazioni juniores della Nazionale Italiana. Proviene da Martignacco, in A2, ma ha già giocato in A1 con Sassuolo, non si esagera nel definirla una dei migliori talenti nel ruolo nel panorama della nostra pallavolo. Il bracccio pesante della squadra, nella qualità di opposto, è Monika Bianchini, classe 1993 per 178 cm, atleta di categoria superiore, cresciuta nel club federale, poi tra le sue esperienze Busto Arisizio, Casalmaggiore dove vince anche lo scudetto,  Monza e qui si aggiudica la Challenge Cup, ma anche esperienze all’estero, in Francia nel Cannes. Reduce da un anno di stop per maternità, è tornata a giocare molto determinata, come dimostrano i 72 punti conquistati in queste prime giornate. Delle Leonesse è anche il capitano. L’altra schiacciatrice di banda è Lea Cvetnic, classe 1999 per 186 cm, Croata, come detto unica riconfermata, è considerata una delle giocatrici più talentuose nel suo paese, dove ha vinto fra l’altro scudetto, supercoppa e coppa nazionale. Ha giocato anche a Caserta, Roma e Sassuolo. Al centro una coppia che rappresenta un mix tra esperienza e gioventù: nel primo caso abbiamo Silvia Fondriest, classe 1988 per 188 cm, che approda a Brescia dopo diverse stagioni a Trento; nel secondo caso Michela Ciarrocchi, classe 1999 per 185 cm, proveniente da Casalmaggiore. In panchina, completano il roster la palleggiatrice Beatrice Giroldi, la centrale Anna Caneva, le schiacciatrici Sofie Blasi e Giulia Bartesaghi, l’opposto Giorgia Sironi e il libero Emma Tenca. Arbitreranno il signor Brunelli Michele, da Falconara, che è stato votato quale miglior arbitro della serie A2 Femminile della scorsa stagione, e il signor Marigliano Antonio da Casarano.