Il Natale a casa Pirandello

 Quale miglior periodo per riscoprire Casa Pirandello dopo il lungo periodo che è servito per definire il suo riallestimento? Sotto Natale è il momento adatto per partecipare a attività, visite guidate e laboratori legati ad un museo oramai di ultimissima generazione, veramente 4.0. Il programma stilato da CoopCulture,  accessibile gratuitamente su prenotazione, si srotola fino al 4 gennaio,  a partire dalle visite in  italiano e in inglese dedicate proprio al nuovo assetto della Casa museo, dal progetto multimediale di valorizzazione che andrà di pari passo alla storia del drammaturgo. Ma perché non approfittare proprio di Santo Stefano? Sì, perché domenica e lunedì (26 e 27 dicembre) alle 11, alle 12, alle 16 e alle 17 sarà proposto un percorso tra i protagonisti e le storie del Natale che sbucano dai testi del drammaturgo che spesso ha raccontato di umili e dimenticati. Durante la visita alla Casa Museo, i partecipanti potranno scoprire lo “scrittoio” multimediale e scorrere alcune delle novelle più note proprio attraverso il taccuino e gli appunti di Pirandello. Martedì 28 dicembre e il 4 gennaio (sempre alle 17) i due primi Martedì pirandelliani, costruiti con la Fondazione Teatro Pirandello. Giornate dedicate all’approfondimento dei romanzi, delle novelle e del teatro di Pirandello attraverso storytelling, letture, note, brani recitati e interpretati. Sarà la città ad entrare nel Caos e ad uscirne arricchita. Il 2 gennaio alle 11 e alle 16Capodanno a Casa Pirandello: visite no stop per le famiglie, laboratorio Pirandello e intrattenimento per i bambini a cura della Casa del Musical di Agrigento. Spettacolo per tutti ma con un occhio per i più piccoli per i quali arriverà in anticipo la Befana con una piccola sorpresa: un dono speciale per leggere, scrivere, cantare ed imparare parole nuove divertendosi. Partecipazione gratuita + biglietto di ingresso fino a esaurimento dei posti disponibili. Info e prenotazioni: www.coopculture.it