Ieri, oggi, domani! Cuore bianco-azzurro di Ciro Fuschino

Ieri…! Oggi…! Domani…!
Ormai da mesi come tifoso dell’Akragas aspetto questo momento!
Arriverà?
Oggi, oggi finalmente si dovrebbe chiudere la trattativa che porterebbe all’ingresso in Società di Roberto Nava.
Ormai si è detto di tutto, si è scritto di tutto ed anche io contribuisco ad ingrossare questo fiume di parole, da tifoso, da uno nelle cui vene scorre sangue bianco/azzurro.
Oggi, domani, dopodomani comunque sia il momento dell’incontro tra Nava, Giavarini ed Alessi sarà un’ultima spiaggia!
Elegantemente Alessi non ha voluto definire questo summit come “l’ultima speranza” ma di fatto lo è!
Addolora dirlo ma nessuno fino ad oggi è stato realmente interessato all’acquisto dell’Akragas e le varie corde, cordate e cordoni si sono liquefatte come cubetti di ghiaccio il giorno di ferragosto!
Speriamo che le decisioni che prenderanno i tre portino alla ripresa di una situazione che è ormai prossima al collasso!
Ad oggi, a parte la pittoresca comparsa di Nucilli che dalle Alpi al Mediterraneo ha promesso e illuso diverse piazze per poi evaporare, l’unico reale interessamento sembra, SEMBRA, quello del sig. Nava.
Sembra, perchè ormai siamo diventati un tifoseria di san Tommaso!
Non crederemo fino a che non toccheremo con mano, fino a che le firme non verranno vergate davanti ad un Notaio, fino a che non vedremo in veste ufficiale nuove facce in società, fino a che non ci verrà illustrata una programmazione a medio/lungo termine, fino a che non vedremo l’uscita dal tunnel in cui siamo entrati da alcuni, TROPPI MESI, accendendo finalmente “la luce”!
E in attesa?
In attesa sarà un’altra giornata di passione, u di ansie, di paure, di speranze, di timori, di voci che si rincorreranno, di ottimismi ed euforie, di pessimismi e scoramenti, di messaggi su whatsapp, di notizie incontrollate ed incontrollabili !
E in attesa non ci resta che aspettare fiduciosi.
In attesa ci sono anche dei ragazzi, il mio pensiero va anche a loro!
Ci sono dei ragazzi che l’altro giorno fermi all’Autogrill di Sacchitello, affollato da ragazzini di poco più piccoli che con le famiglie si recavano in un sabato pre natalizio al vicino Fashion Outlet, erano guardati con ammirazione, con invidia.
Papà guarda…!…dei calciatori…!… che bella la vita del calciatore, soldi, donne, lavori giocando e correndo su un prato all’aria aperta,… papà anche io da grande voglio fare il calciatore!!!
Se solo avessero saputo, se solo avessero immaginato!
Quante difficolta, quanti problemi, quanti dubbi nelle loro giovani menti di calciatori dell’Akragas di oggi !
E i nostri ragazzi?
Loro con indosso la nostra maglia consumavano in disparte sul piazzale la merenda!
Loro abbassavano lo sguardo per nascondere la preoccupazione!
Loro con indosso i nostri colori cercavano concentrazione prima di affrontare una squadra/corazzata, una grande blasonata!
Loro si preparavano cercando la giusta tensione agonistica sul pullman per giocare una partita importante, importantissima, ed affrontare senza timori l’urlo dei diecimila del Cibali!
Loro sono dei GIGANTI e come tali hanno affrontato la battaglia!
E’ facile essere dei giganti nella vittoria, è facile essere dei giganti quando tutto gira per il verso giusto, quando sei coccolato, quando sei pagato puntualmente, quando ti fanno sentire importante e protetto, quando sei in testa alla classifica, quando sei sostenuto da una città intera!
E’ molto più difficile essere GIGANTI nella cattiva sorte, nelle difficoltà, quando perdi e sei in zona retrocessione, quando non hai certezza del domani, quando il tuo portafoglio è vuoto!
E loro?
Loro hanno lottato e affrontato un Catania costruito per la B da veri GIGANTI insieme a 12 tifosi GIGANTI sugli spalti che li hanno sostenuti, subendo il ruggito dei 10.000 e che alla fine hanno reso L’ONORE CHE MERITAVA alla squadra.
Sono usciti dal rettangolo di gioco a testa alta dopo una buona prestazione consapevoli di aver tenuto testa ad un avversario molto più titolato ed attrezzato per il salto di categoria ( per me comunque il Lecce è più forte )!
Questi giovani MERITANO RISPETTO NON INSULTI, meritano tutto il nostro incoraggiamento nella prossima partita contro la Reggina!
Il mio pensiero adesso va anche a questi ragazzi, a questa squadra, attualmente abbandonata da tutti, perennemente in trasferta, senza uno stadio, va ai loro sogni infranti, alle loro aspettative mancate, al loro futuro incerto, alle loro difficoltà economiche, va al ricordo che avranno di Agrigento e degli Agrigentini, il mio pensiero va anche a questi giovani che per età potrebbero essere miei figli.
Forza Ragazzi “ha da passà a nuttata”!
Anche voi in attesa degli sviluppi di questo oggi… sperando di dimenticare ieri… nella speranza di domani, insieme con tutti noi perché non dimentichiamolo, SIAMO GIGANTI !!!