Ha spinto giù per le scale la fidanzata del figlio: condannato

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Alessandro Quattrocchi, ha inflitto la condanna ad 1 anno e 8 mesi di reclusione ad un 57enne V.P., agrigentino, finito a processo per lesioni causate ai danni dell’ex fidanzata del figlio. L’imputato beneficerà della sospensione condizionale della pena, a patto che paghi il risarcimento dei danni, da quantificarsi in sede civile.

La ragazza, costituitasi parte civile, assistita dall’avvocato Vincenzo Caponnetto, aveva subìto lesioni personali consistenti in una “frattura parcellare del margine mediale della superficie articolare dell’astragalo” dopo essere stata spinta violentemente giù per le scale condominiali dall’ex suocero, al termine di una lite. La ragazza, una trentenne agrigentina, lo ha poi denunciato.

Alla parte civile andrà una provvisionale di 7.500 euro. L’imputato è stato anche condannato al pagamento delle spese legali: circa 3.750 euro.