Il Giardino della Kolymbethra raddoppia le visite dal 2014, boom di presenze anche nella Valle Dei Templi

In due anni ha più che raddoppiato il numero dei visitatori il Giardino della Kolymbethra. Dai 40.500 del 2014 l’incantevole Giardino chiude il bilancio 2016 con 83,000 visitatori, un dato che conferma l’operato di chi in questi anni ha promosso e curato la Kolymbethra. Un boom di visite che ha coinvolto tutto il Parco della Valle dei Templi raggiungendo ben 700,000 presenze. L’impegno dell’Ente Parco e i suoi Dirigenti è stato premiato. La Valle negli ultimi anni, in effetti risulta molto più curata, aperta al turista e alle sue esigenze, all’interno sono aumentati i servizi, e anche la realizzazione di vari prodotti con il marchio del Parco hanno certamente arricchito e incuriosito i turisti. Un sito che, dopo tanti anni di abbandono si ritrova con una Valle dei Templi che offre al visitatore differenti percorsi chiari e specifici che vanno da quello archeologico a quello culinario. Ancora c’è tanto da fare, soprattutto perchè la città sembra non goderne particolarmente, il turismo nella Valle e nel Giardino della Kolymbethra sembrerebbe rimanere comunque un turismo “mordi e fuggi”. Anche se i B&B, soprattutto durante il periodo estivo, hanno registrato quasi tutti un alto numero di presenze. Mancano purtroppo i servizi base per il turista in città, dai collegamenti tra la zona turistica e la città e magari qualche iniziativa che possa trattenere il visitatore per qualche giorno in più. Molti sono i privati che offrono collegamenti o organizzano varie iniziative per ovviare alla carenze di servizi, la speranza è che il privato non debba più sostituirsi al pubblico e approfittare di questo boom di visite per risollevare la tanto invocata vocazione turistica di questa città. Gli scavi del Teatro Greco sicuramente faranno da richiamo per tutti gli appassionati dell’archeologia e non solo e con l’arrivo della bella stagione le previsioni sono positive. Il Parco dal canto suo annuncia nuove iniziative in cantiere intanto il Direttore dell’Ente Parco Giuseppe Parello, le archeologhe e lo staff della Kolymbethra hanno festeggiato questi importanti risultati “che stanno svelando alcuni meravigliosi segreti dell’antica Akragas – ha dichiarato il direttore del Giardino Giuseppe Lo Pilato – dati che confermano ancora una volta la nostra appassionata collaborazione al Parco ed alla città di Agrigento, – e aggiunge riferendosi al boom di visite – è stato un anno ancora più straordinario per il Parco della Valle dei Templi, grazie all’impegno dei suoi Dirigenti, si è posto al centro dell’attenzione internazionale e comincia ad essere visto dagli agrigentini come risorsa per il loro futuro”. Questo risultato deve essere un punto di partenza per le istituzioni tutte per cominciare a prevedere dei veri e propri piani economici turistici che portino benessere alla città di Agrigento. I turisti arrivano, dunque no n ci sono piuù scuse per non investire in questo settore.