Furto e truffa, assolto sessantenne

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Sabrina Bazzano ha assolto, per tenuità del fatto, L.S., 60enne di Favara, accusato di furto aggravato e truffa. L’uomo era finito a processo per una vicenda avvenuta nel gennaio 2019, in una farmacia di Porto Empedocle. Il pubblico ministero Alfonsa Fiore, al termine della requisitoria, aveva avanzato la richiesta di condanna ad undici mesi di reclusione. Accolte le tesi dei difensori del sessantenne, gli avvocati Daniele Re e Roberta Sciumè.

Secondo quanto ricostruito dall’accusa il favarese, approfittando di un momento di confusione, avrebbe rubato uno shampoo da uno degli scaffali espositivi, nascondendolo nel giubbotto. Poco dopo, al momento dell’acquisto di un farmaco con una banconota da 100 euro, avrebbe occultato repentinamente in tasca parte del resto ricevuto (20 euro) fingendo di non averli presi, col chiaro tentativo di indurre in errore la cassiera della farmacia.