Fortitudo a caccia del poker. Al PalaMoncada arriva la Del.Fes Avellino

Domenica al PalaMoncada arriva la Del.Fes Avellino

di Michele Bellavia

Dopo la prima vittoria in trasferta, la Fortitudo Agrigento torna tra le mura amiche. Domenica (palla a due alle 18), il parquet del PalaMoncada ospita la Del.Fes Avellino. I biancazzurri avranno l’occasione di continuare il loro trend positivo in campionato provando a centrare il quarto successo di fila. Dalla trasferta di Monopoli, nonostante l’assenza di Cosimo Costi, sono giunti segnali importanti circa la crescita di tutto il gruppo grazie alle ottime prestazioni di Santiago Bruno (16 punti) e Giuseppe Cuffaro. Il play agrigentino, in particolare, ha messo a segno la sua miglior performance in biancazzurro (11 punti) e, complessivamente, sta attraversando un buon momento di forma. Sul versante opposto, i biancoverdi sono in profonda crisi di risultati: quattro sconfitte consecutive e penultimo posto in classifica a quota due punti inchiodano la compagine irpina. I numeri evidenziano, altresì, il penultimo attacco del girone (68 punti di media realizzati) e la seconda peggior difesa (81.8 di media incassati). L’head coach Roberto Robustelli, dopo la pesante sconfitta di Ragusa, si è dimesso e al suo posto ha esordito domenica scorsa Giovanni Benedetto. Il nuovo coach, tuttavia, non è riuscito a dare la scossa auspicata e i biancoverdi hanno perso anche il derby casalingo contro Salerno. Il roster avversario, al momento, è un cantiere aperto: il tecnico ha chiesto alla società di intervenire sul mercato con l’innesto di un giocatore esterno con l’intento di dare un nuovo assetto tattico. Tra le certezze degli avversari c’è sicuramente l’ex granata Stefano Spizzichini, ala-centro classe ’90 con tantissima esperienza in A2. I tifosi biancazzurri lo ricorderanno visto che, per tanti anni, è venuto a giocare al PalaMoncada sempre in veste di avversario con le maglie di Agropoli, Trapani, Scafati e Napoli. Probabile starting five: Basile, Marra, Ense, Mavric, Spizzichini.