Fondazione Pirandello, quote rosa fuori dal Cda. Di Caro: “Musumeci ripari il torto alle donne”

“Pari opportunità violate in seno al nuovo Cda della “Fondazione teatro Pirandello” di Agrigento con il sindaco Miccichè e il governatore Musumeci che hanno scelto solo uomini per il quartier generale del prestigioso teatro”. Così il capogruppo M5S all’Ars Giovanni Di Caro sulle nomine dei consiglieri di amministrazione della fondazione.

“Sul metodo di scelta adottato, sulla provenienza politica e sui curricula dei nuovi consiglieri – aggiunge Di Caro – ci sarebbe tanto dire. Ma la cosa che salta più agli occhi è che, ancora una volta, il ruolo della donna nella classe dirigente, viene mortificato da scelte quanto meno discutibili.

Mi auguro – aggiunge il parlamentare agrigentino – che qualcuno dei decisori, in primis Musumeci si ravveda e provveda a riparare all’ennesimo torto a danno delle donne impegnate nel sociale, nella cultura e in politica”.