Favara incredula, si interroga sul gravissimo fatto di sangue

-di Diego Acquisto

Un episodio che ha avuto come vittima  il  42enne empedoclino Carmelo Ciffa, che  trovandosi   provvisoriamente a Favara per un  lavoro, è stato ucciso  in pieno giorno, in un’ora di punta, verso le ore 13, davanti ad un super- mercato, abitualmente molto frequentato.

Nell’incredulità generale per quanto avvenuto,  chiaramente maggioritario un sentimento palpabile   di umana pietà, e per i non pochi credenti,  anche  il bisogno di una cristiana preghiera di suffragio, sollecitata anche dal dolore straziante dei familiari del defunto,  subito accorsi dalla vicina città marinara, non appena raggiunti dalla triste notizia.

Mentre gli inquirenti, anche loro subito accorsi, continuano con impegno il loro lavoro per dare un volto al responsabile  ( o ai responsabili)  dell’efferato delitto, la città appare visibilmente amareggiata, perché dopo anni di assoluta tranquillità, è bruscamente  ritornata  alla ribalta della cronaca, per un efferato fatto di sangue che suscita non pochi interrogativi.

Per Favara , che non vuole assolutamente essere ricacciata indietro e di parecchio negli anni, una grave  e pericolosa ombra !   Così

viene giudicato, con fastidio ed indignazione,   questo episodio grave e triste per una  Comunità che vuole guardare avanti, continuando a puntare decisamente soprattutto sul turismo del week-end , bene avviato dalla Farm Cultural Park,  in sinergia con gli operatori commerciali del luogo.

Turismo che ha avuto e deve continuare ad avere stabile fondamento nella più insospettabile  via della legalità, che  rifiuta decisamente  anzitutto un certo modo di pensare e quindi  di comportarsi.

E mentre si  condanna senza se e senza ma la violenza ….  la città comunque si  interroga sulle curiose modalità del crimine, commesso in pieno giorno, in un luogo molto frequentato da persone e tanti autoveicoli, al punto che spesso proprio in quel posto si resta intrappolati nel traffico con perdita di tanto tempo prezioso.

C’è forse qualche messaggio particolare  ?  A questo interrogativo si potrà, in qualche modo, forse dare  qualche  ipotesi di risposta solo dopo la conclusione delle indagini , con tutto quello che questo comporta, anche per la comprensione del movente che ha scatenato la furia omicida.

Diego Acquisto