Favara: anche la Chiesa incalza l’Amministrazione Comunale

di Diego Acquisto – Si è tenuto ieri sera nei locali della Chiesa dei Ss Pietro e Paolo, quello che è stato definito tavolo tecnico per esaminare le criticità della gestione dell’acqua pubblica a Favara. Una riunione abbastanza riuscita, con sentita partecipazione di cittadini comuni e di rappresentanti di varie associazioni, convocata – come avevamo preannunciato in questa nostra testata giornalistica – dall’Associazione “Prometeo ius”, presieduta dal signor Gaetano Milioto. E le notizie che vengono fuori in queste ore e di cui si parla in città riguardano, oltre a quanto assicurato dall’Assessore al ramo, nonché vice-sindaco, Lillo Attardo, circa il massimo di impegno su questo versante dell’A.C., (che comunque ha detto che si deve misurare “in itinere” con la dovuta cautela ed attenzione con le varie difficoltà di carattere giuridico e procedurale), riguardano soprattutto l’intervento della Chiesa locale, per bocca dell’Arciprete, nonché Vicario Foraneo, don Giuseppe D’Oriente. Del quale ultimo, è stato molto apprezzato e seguito l’intervento in assemblea, così come l’intervento del Parroco don Marco Damanti, che ha messo a disposizione i locali per l’importante riunione. Entrambi, sia don Marco, sia soprattutto l’Arciprete D’Oriente hanno parlato di unità e di collaborazione. Ma l’attore principale di tutto con Girgenti-acque deve essere l’Amministrazione Comunale, democraticamente e plebiscitariamente eletta, alla quale i cittadini hanno dato la loro delega, nel segreto dell’urna, votandoli. Un’azione chiara, forte, incisiva ed ufficiale, in nome e per conto della città. Le singole battaglie dei cittadini appaiono già perdute in partenza e comunque “non hanno la forza per poter contrastare il colosso Girgenti Acque”. Dovere dei cittadini è essere vicini alle istituzioni e partecipare attivamente, evitando ogni forma di disinteresse e di disfattismo, così come sterili polemiche, capaci solo di distrarre e di seminare sfiducia. Circa il pericolo che Girgenti-acque proceda al taglio della fognatura, in caso di morosità nei pagamenti, proprio in queste ore la Sindaca Anna Alba sulla sua pagina di facebook pubblica un comunicato, dicendo di dare seguito ad una giusta segnalazione di un concittadino. Ecco, testualmente: “ Girgenti Acque non può effettuare distacchi fognari indiscriminati nel nostro territorio. Un’azione del genere andrebbe a violare uno dei presupposti principali per il quale la normativa classifica un edificio come “agibile”, ossia: l’autorizzazione allo scarico fognario. Per questo tipo di autorizzazione i cittadini hanno già pagato versando gli oneri di urbanizzazione. Inoltre, da responsabile e garante della salute dei miei concittadini mi opporrò in tutti i modi ed in tutte le sedi, ad eventuali azioni di distacco fognario, in quanto le stesse verrebbero a determinare situazioni dì disagio sociale e rischio igienico sanitario” . Diego Acquisto