Famiglia a casa con il Covid, cittadini portano buste di alimenti in caserma

Il maresciallo dei carabinieri, comandante della Stazione di Porto Empedocle, Igor Sistilli, il primo a proprie spese ad acquistare acqua, alimenti e altri generi di prima necessità per la coppia di coniugi, e i loro 4 figli, in difficoltà, e da giorni chiusi in casa perché contagiati dal Covid, ha coinvolto alcuni parroci per la consegna dei viveri alla famiglia empedoclina, rinchiusa nella loro abitazione di via Dello Sport.

E dopo che è rimbalzata fuori la notizia, tanti empedoclini venuti a conoscenza dello stato di indigenza e di difficoltà della famiglia, che è appunto in quarantena a causa del Covid, ieri, per l’intera giornata, hanno fatto avanti e indietro dalla caserma dei carabinieri, portando buste piene di generi alimentari, latte e pannolini per l’ultima dei quattro figli, una bimba di tre mesi e mezzo, anche lei contagiata dal virus. Una grande gara di solidarietà.