Estorceva denaro per restituire auto rubate. Licatese arrestato dai Carabinieri.

Carabinieri_LicataNella serata di ieri, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata, in esecuzione dell’Ordinanza di Misura Cautelare Personale emessa in data dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Agrigento, hanno arrestato Salvatore Antona,  pregiudicato, in atto detenuto per altra causa presso la Casa Circondariale di Agrigento,  poiché resosi responsabile dei reati di furto aggravato ed estorsione.

In particolare,  la complessa ed articolata attività investigativa condotta dai Militari dell’Arma, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Agrigento, consentiva di accertare che il 38enne disoccupato licatese era dedito alla commissione di furti di autovetture finalizzati a pretendere un riscatto dai legittimi proprietari per la loro restituzione, ovvero di veri e propri “Cavalli di ritorno” di autoveicoli.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, permaneva presso la Casa Circondariale di Agrigento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.