Donati pc ai giovani studenti lampedusani. Continua l’opera di vicinanza alla popolazione da parte della Nova Facility.

Lampedusa. Regalati computer per i giovani studenti dell’isola e a fare questo regalo è stato Gian Lorenzo Marinese presidente della società Nova Facility che gestisce il centro di accoglienza hot spot; sull’isola sono stati distribuiti anche buoni per ricariche telefoniche e giocattoli per i più piccoli. Non è il primo intervento benefico che Gian Lorenzo Marinese fa ai Lampedusani.

Tempo addietro, infatti, ben 5000 mascherine sono state donate dalla sua società trevigiana al comune e distribuite gratuitamente dal sindaco Totò Martello. Ne abbiamo parlato con il parroco dell’isola don Fabio Maiorana, “E’ stato oltre che un bel gesto, -ha spiegato il sacerdote che coadiuva padre Carmelo La Magra a Lampedusa – anche un modo sicuramente importante di dare aiuto alla nostra collettività.

Noi come chiesa abbiamo indicato le famiglie che avevano più bisogno; a consegnare i computer è stato l’ordine di Malta Cisom della sezione Lampedusa nella persona di Giuseppe Lo mezzo e della vice direttrice del centro di accoglienza, dottoressa Alice Bisso.

E’ stata una operazione in concerto – ha continuato a spiegare il parroco – perché non si è trattato solo di un semplice intervento economico ma di una operazione benefica che ha dimostrato due cose, la prima è la vicinanza di una società trevigiana con Lampedusa e la seconda è che il tutto è stato organizzato in pieno periodo di chiusura dovuta al covid19 che ha di fatto, messo in difficoltà tutte le società italiane, comprese quelle coinvolte nell’opera benefica. Non intendo andare oltre – ha infine detto don Fabio – ma è durante i momenti del bisogno e delle difficoltà che vengono fuori aspetti dell’animo umano che ti fanno ben sperare e ti danno la forza necessaria per andare avanti”.

Gian Lorenzo Marinese, dall’alto della sua riservatezza estrema ha preferito non parlare di questa donazione, limitandosi a indicare una persona che lo ha aiutato nell’impresa e che ha contribuito fattivamente “si tratta del dottor Giardi – ha detto Gian Lorenzo Marinese – che ringrazio a nome mio e della collettività lampedusana per l’aiuto  profuso proprio durante questo periodo di difficoltà oggettiva che ha colpito la quasi totalità delle aziende italiane”.

La consegna dei computer a don Fabio Maiorana è stata concretizzata ad opera della Cisom dell’ordine di Malta e della dottoressa Alice Bisso, vice direttrice del centro di accoglienza hot spot di Lampedusa. I computer, saranno utilizzati dai giovani studenti lampedusani per le lezioni online e per i prossimi esami che dovranno sostenere e da settembre,  i pc  saranno a disposizione dei giovanissimi delle scuole primarie. ELIO DESIDERIO

Nella foto padre Fabio Maiorana – coauditore di padre Carmelo La Magra.

Nella foto della consegna dei Pc, ancora padre Fabio con Giuseppe Lo Mezzo (Gisom Ordine di Malta) e la dottoressa Alice Bisso, vicedirettrice centro Accoglienza Hot Spot Lampedusa.