Donare salva vite. L’Adas sempre impegnata nella sensibilizzazione

Il sangue non si produce in laboratorio ed il fabbisogno annuo in Italia è di 2.400.000 unità di sangue intero e più di 1.000.000 litri di plasma. L’impossibilità di ottenerlo tramite procedimenti chimici e il suo larghissimo impiego, rendono il sangue un presidio terapeutico prezioso non sempre disponibile. La maggior parte di noi può donare il sangue e molti, almeno una volta nella vita, potrebbero averne bisogno. Per tanti ammalati il sangue, ed i suoi componenti, è terapia indispensabile per la sopravvivenza. Basta un prelievo innocuo per salvare una vita e far bene a sè stessi. Può donare chi ha un’età compresa tra 18 e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero), 65 anni (età massima per proseguire l’attività di donazione per i donatori periodici), peso non inferiore a 50 Kg, pulsazioni comprese tra 50-100 battiti/min,  pressione arteriosa sistolica tra 110 e 180 ml di mercurio e diastolica tra 60 e 100 ml di mercurio. Non può donare chi ha comportamenti a rischio, tipo: assunzione di sostanze stupefacenti, alcolismo, rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive, o chi è affetto da infezione da virus HIV/AIDS o portatore di epatite B o C, o chi fa uso di steroidi o ormoni anabolizzanti.

Molte sono le campagne di sensibilizzazione promosse da associazioni preposte. Tra queste, ad Agrigento,  l’Adas, che si spende per le donazioni organizzando manifestazioni e diverse tappe con la propria autoemoteca. Un’Associazione che, da più di 30 anni, si propone l’obiettivo di sensibilizzare uomini e donne riconoscendo quanto sia sempre più in aumento il fabbisogno di plasma ed in diminuzione il numero di donatori.  Alla prima donazione, l’Adas effettua controlli immuno-ematologici e alle successive provvede ad effettuare esami del sangue generali. E poi ogni donatore ha diritto alla giornata di ferie retribuita.

Domani Domenica 11 Dicembre, l’autoemoteca sarà presente ad esempio a Comitini e ad Aragona dalle ore 08.00 in poi per la consueta raccolta del sangue. Questa sera, invece, Sabato 10 dicembre alle ore 19.30 presso Hotel Dioscuri di San Leone, avrà luogo la giornata del donatore di sangue per i soci di Agrigento. In tale occasione verranno premiati i soci benemeriti con consegna di attestati e medaglie.

In queste foto, una delle soste Adas col donatore agrigentino Sandro Catanese a testimonianza di come la donazione sia atto di civiltà e di grande altruismo.