Danneggiata auto di esponente politico. Avviate le indagini

E’ stato un raid vandalico come tanti, oppure un danneggiamento mirato? Lo stanno cercando di accertare i carabinieri della Compagnia di Canicattì che, hanno raccolto la denuncia, per il danneggiamento di un’autovettura, utilizzata da un esponente politico locale, ma intestata alla moglie che è un’insegnante. La vettura, una Renault Clio era posteggiata in via Garibaldi.

Qualcuno è entrato in azione fra le ore 22 di sabato, e le 9,30 di domenica scorsa, e ha mandato in frantumi il vetro posteriore destro dell’utilitaria. A fare l’amara scoperta, sono stati gli stessi proprietari che, da lì a poco, hanno formalizzato la denuncia, a carico di ignoti.

I militari dell’Arma, come primo passo investigativo avrebbero già verificato l’eventuale presenza di impianti di video sorveglianza privati o pubblici nella zona. Sull’intera vicenda c’è il massimo riserbo. A Canicattì, fra l’altro, si è ancora in campagna elettorale visto che, domenica e lunedì prossimi, si tornerà a votare per il ballottaggio.