CUPA: il Consiglio di Amministrazione ha deciso di razionalizzare e ridurre i costi.

Riunione, al CUPA di Agrigento, del consiglio di amministrazione  guidato dal presidente Gaetano Armao.

E’ stato stabilito di razionalizzare e ridurre i costi per “rispettare da quest’anno i parametri del Patto di Stabilità, e si è dato  mandato al vice presidente Giovanni Di Maida di definire un piano dettagliato sulla questione da sottoporre con urgenza al prossimo cda”. Sono state ben 10 le questioni esaminate durante la riunione.

“Si è confermata la decisione già espressa dal cda di definire urgentemente – aggiunge il Cupa – la posizione dell’ex provincia di Agrigento in vista dell’incontro col commissario straordinario, e si è disposto che gli uffici di competenza stendano un piano dettagliato sulla questione del “Dare/Avere” della Provincia Regionale al Consorzio, fino all’anno 2016. Anno nel quale la stessa ha ritenuto di recedere”. “Continuando l’esame delle gravi questioni finanziarie, è emersa l’esigenza di fare chiarezza sull’ammontare del contributo regionale elargito ai Consorzi e la quota di spettanza del Cupa, visto che dovrà essere ripartita in base ai corsi di laurea attivi, invitando gli uffici a richiedere precise notizie alla Regione. Si è approvato – conclude il Cupa – di dare il patrocinio alle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, organizzate dalla Fondazione Curella e Diste Consulting dal 21 al 26 novembre 2016, una delle giornate si svolgerà ad Agrigento, e l’organizzazione di tutta una serie di altri seminari”.