Coronavirus, librerie aperte in Sicilia. Accurso: non tutti sono d’accordo – VIDEO

Nuova ordinanza del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci che è entrata in vigore dalla mezzanotte di oggi fino al 3 maggio. Di fatto proroga in Sicilia misure più restrittive recependo alcune disposizioni previste dall’ultimo Dpcm sull’emergenza coronavirus, come ad esempio la riapertura delle librerie.

“Ma non tutti erano d’accordo – come ha riferito Alessandro Accurso Tagano, la cui libreria è un punto di riferimento per gli agrigentini. Se la gente non può spostarsi che senso ha aprire le librerie – dice nel corso di un’intervista in video – (Guarda il video).

Resta la chiusura dei negozi di generi alimentari la domenica e nei giorni festivi, come è avvenuto a Pasqua e Pasquetta), il divieto di attività motoria e di passeggiate con i figli anche nei pressi della propria abitazione e ribadisce l’obbligo soft della mascherina.

“Negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto – si legge nell’ordinanza -, gli operatori sono tenuti all’uso di mascherina, all’utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante”. Inoltre, nei luoghi dove “non è possibile mantenere la distanza di 1 metro tra persone, è fatto obbligo a ciascuno di coprire naso e bocca con una mascherina o con altro adeguato accessorio”.