Coronavirus, in giro i primi runner e qualcuno in bicicletta: tutti rispettano ordinanza

Ieri domenica 19 aprile un primo “assaggio” di estate. Giornata di sole bellissima, ad Agrigento e provincia, ma il senso di responsabilità degli agrigentini ha prevalso su tutto. Poca gente in giro in questa prima giornata aperta all’attività motoria. Strade deserte ovunque. Sia di mattino, che di pomeriggio. Verso le 18 a San Leone in giro soltanto una decina di persone.  Irreale lo scenario dal viale delle Dune, al lungomare Falcone- Borsellino.

Per tutto il giorno sono andati avanti i controlli delle forze dell’ordine per far rispettare i decreti, del Governo nazionale e regionale, per contenere il contagio dal Coronavirus. E non sono mancate (pochissime) le sanzioni per i trasgressori.

Gli agenti della polizia Stradale di Agrigento, coordinati dal vice questore Andrea Giuseppe Morreale, e quelli della sezione Volanti della Questura, hanno presidiando tutti i luoghi strategici, e verificato quanti hanno frainteso le disposizioni dell’ordinanza.

In provincia di Agrigento il virus è stato arginato, anche grazie alla stragrande maggioranza dei cittadini, che ha rispettato minuziosamente le regole.