La polizia scopre B&B irregolari: due denunce e una maxi multa

Dopo Agrigento i controlli su affitti in nero e normative non rispettate dai B&B si allargano anche al resto della provincia: agenti dei locali commissariati hanno effettuato una vasta operazione sul territorio controllando 8 strutture ricettive a Canicattì, 3 a Castrofilippo, 4 a Grotte, 5 a Racalmuto e 7 a Naro.

Il bilancio alla fine è di due denunce e una maxi multa da 5 mila euro. Nei mesi scorsi gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento avevano setacciato le strutture ricettive del capoluogo scoprendo diverse irregolarità. La più diffusa è sicuramente la mancata comunicazione alla Questura di ospiti all’interno dei B&B trasgredendo palesemente la norma vigente.

Controllate anche case private che, spesso, vengono affittate senza relativa comunicazione all’Agenzia delle Entrate.