Condanna per un bidello agrigentino. Trovata droga in una scuola materna

La Corte di Cassazione ha condannato un bidello di Agrigento a 9 mesi di reclusione e una multa da 1.500 euro.

La Suprema Corte ha confermato la condanna inflitta dalla Corte di Appello di Palermo che aveva riformato il giudizio di primo grado del Tribunale di Agrigento.

La vicenda, che risale al 2012, riguarda il possesso di alcuni grammi di hashish all’interno di un pacchetto di sigarette, trovati durante una perquisizione all’interno di una scuola materna.