Buongiorno News, tra numeri incoraggianti e nuove aperture -VIDEO

Buongiorno e benvenuti da Stella Magnano e dalla redazione di AgrigentoOggi per questa edizione di Venerdì 8 Maggio.


Sono senza dubbio incoraggianti i numeri che emergono dall’ultimo bollettino per la nostra regione, frutto di un enorme sforzo collettivo che non possiamo permetterci di disperdere.
Guardare avanti e rialzarsi, ma farlo con cautela. Il Governo, su pressione delle regioni,
sembra esserci deciso ad autorizzare aperture differenziate, curva dei contagi permettendo, e sotto la responsabilità delle amministrazioni regionali. Sono perciò tante le categorie che attendono con trepidazione di conoscere il contenuto dell’ordinanza che arriverà a metà di questo mese, quando potranno finalmente sapere se e come potranno riprendere la propria attività.

Il graduale percorso di ritorno alla normalità è anche segnato dal protocollo firmato ieri a Palazzo Chigi, e che consentirà, a partire dal 18 maggio, la ripresa delle messe con i fedeli. Un momento molto atteso per tanti credenti che dovranno però essere adeguatamente istruiti circa le misure da osservare a tutela della salute pubblica.

Prosegue la vicenda delle pratiche per la cassa integrazione bloccate. Definitivamente tramontata la tanto discussa ipotesi del bonus di 10 euro per i dipendenti regionali ieri è arrivato il mea culpa del Presidente della Regione Nello Musumeci che, scusandosi, si è assunto la piena responsabilità politica dei gravi ritardi nell’erogazione dei sussidi che tanti siciliani attendono.

Nel frattempo da Burgio, Calamonaci e Santa Margherita, così come da altri comuni della provincia agrigentina, arrivano iniziative per sostenere le attività commerciali e artigiane. Dagli sgravi ai contributi, si cerca di fare il possibile per sostenere chi non può riaprire. A Casteltermini invece, polemiche per le limitazioni imposte dal neo insediato commissario che fissa la chiusura di tutte le attività commerciali alle 18.00. Un grosso problema per pizzerie e gastronomie che volessero fare attività d’asporto. A tal riguardo il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle ha inoltrato al commissario una proposta con la quale chiede di rivedere questa disposizione fortemente limitativa di una specifica attività d’impresa.

E per il momento è tutto, dalla redazione di AgrigentoOggi e da me, Stella Magnano, una buona giornata e un arrivederci al prossimo appuntamento.

Sostieni AgrigentoOggi: una piccola donazione per avviare nuove iniziative editoriali e per dare sempre più voce alla gente, per un quotidiano che vuole essere sempre e solo al servizio della collettività anche in un momento così difficile e di tanto lavoro come questo.

 

Dona, cliccando qui sotto: