Brucia furgone di commerciante. Avviate le indagini

Un incendio ha divorato un furgone, in parete carico di merce, di proprietà di un commerciante ambulante, residente a Ravanusa. Sulle cause, in mancanza di certezze, nessuna ipotesi viene esclusa, dall’atto doloso al fatto accidentale, riconducibile ad un corto circuito. Il mezzo si trovava parcheggiato in via Ibla, nel centro urbano di Ravanusa. E sono state ore di panino quelle vissute, ieri notte, dal proprietario e dagli altri abitanti della zona. Dopo la segnalazione al 112, sul posto accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì.

L’operazione di spegnimento è durata circa mezz’ora. Ad occuparsi delle indagini sono i carabinieri della Stazione di Ravanusa, che unitamente ai vigili del fuoco hanno effettuato un sopralluogo. Non sono state rinvenute prove di dolo. Ecco perché oltre all’attentato incendiario, si segue anche la pista del fatto accidentale. Uno dei primissimi passaggi investigativi fatto è stato quello di verificare l’eventuale presenza in zona di impianti di videosorveglianza pubblici o privati.