Brescia ruggisce più forte, Seap Dalli Cardillo Aragona si arrende al tie break

Sfida tra leonesse al PalaMoncada. Aragona ruggisce due volte, Brescia tre e alla fine di una partita equilibratissima andata avanti punto a punto  la spuntano le bresciane che hanno dalla loro parte una rotazione nettamente più ampia e forse ci credono più delle avversarie. Ma a favore della Millenium gioca anche la maggiore esperienza e consapevolezza dei propri mezzi, decisiva in alcuni momenti topici della sfida. Pronti via, la Seap Dallicardillo deve rinunciare oltre che a Stival e Zech anche alla palleggiatrice Caracuta che si ferma a scopo precauzionale (rientrerà mercoledì con il Sassuolo). Ma coach Micoli trova in Martina Casarotti una sostituta affidabile. Il tecnico della Seap Dalli Cardillo ci crede più di tutti e la sua squadra a sorpresa parte davvero forte rimanendo in partita sino alla fine, anche quando Micoli ha poco da inventare, girandosi verso la panchina i cambi sono obbligati. Al contrario Alessandro Beltrami può contare su una panchina lunga e non a caso la sua squadra è tra le favorite del torneo. Ma Aragona è attenta e fa di necessità virtù. La partita è bellissima (la migliore vista al PalaMoncada) ed Aragona se avesse avuto una maggiore spinta dal pubblico (in questo sport è fondamentale in alcuni frangenti) e più fiducia, alla fine l’avrebbe portata a casa. In ogni caso la prestazione fa ben sperare per il futuro. Avanti due set a zero, con Dzakovic 25 punti e Zonta 21 punti sugli allori, il Brescia rischia di cadere nuovamente in campionato e se fossero arrivati anche i punti della Moneta, brava in difesa, meno incisiva in attacco (solo 4 punti) probabilmente sarebbe stato così. Per Brescia incidono Bianchini (MVP del match con 26 punti), l’entusiasmo misto a sfrontatezza della 23enne Bartesaghi, la classe e la freddezza di Lea Cvetnic 20 punti e Ciarrocchi 11 punti. Le due squadre si prendono i meritati applausi e la Seap Dalli Cardillo la consapevolezza di essere una squadra che ha ancora grandi margini di miglioramento. Il punto conquistato, il quinto dopo cinque partite (da recuperare il match in casa contro Busto Arsizio) dà fiducia e morale per le prossime sfide, a cominciare con quella di Sassuolo (ieri a sorpresa vittoriosa) di mercoledì e quella di sabato al PalaMoncada con Macerata. Ora bisogna recuperare in fretta energie fisiche e mentali.

IL TABELLINO
Seap Dalli Cardillo Aragona – Banca Valsabbina Millenium Brescia 2-3

Seap Dalli Cardillo Aragona: Bisegna 1, Zech, Ruffa (L), Caracuta, Casarotti 4, Zonta 21, Cometti 4, Negri 12, Dzakovic 25, Stival, Moneta 4, Vittorio (L). All.: Micoli

Banca Valsabbina Brescia: Morello 4, Giroldi, Bianchini 26, Ciarrocchi 11 Fondriest 9, Blasi, Sironi, Cvetnic 20, Tenca (L), Tanase 6, Scognamillo (L), Bartesaghi 17, Caneva. All.: Beltrami.

Arbitri: Brunelli-Marigliano

Successione dei set: 25-23, 25-19, 19-25, 19-25, 11-15.

Ph Antonino Piraneo