Bivona senza acqua potabile. Panepinto: “La Nestlè ci sta aiutando”

Niente acqua potabile a Bivona dopo il nubifragio dei giorni scorsi. «A seguito dell’ evento calamitoso di venerdì 25 novembre si stanno verificando, con più campioni, eventuali danni alla rete idrica; pertanto, prudenzialmente, con ordinanza sindacale numero 66 del 27 novembre ho disposto di non fare uso potabile dell’ acqua del rete idrica comunale e delle fontane pubbliche».

Lo ha scritto su Facebook il sindaco di Bivona, Giovanni Panepinto, invitando i cittadini a condividere sui social network l’ordinanza che impone anche l’apertura degli esercizi commerciali per all’approvvigionamento di acqua in bottiglia.

Disponiamo ha aggiunto Panepinto – di una riserva d’acqua che abbiamo chiesto alla Nestlè per le scuole, dataci gratuitamente dall’ azienda, che ringrazio con questo mezzo oltre che per le vie formali. Disponiamo di autobotti per rifornire il centro di dialisi e a chi non arriva acqua».