Arnone: per il Tribunale del Riesame, arresto bocciato

I giudici del Tribunale del Riesame di Palermo hanno depositato le motivazioni dell’ordinanza con la quale è stato annullato il provvedimento di cattura a carico dell’avvocato Giuseppe Arnone finito in manette per “estorsione nei confronti di una collega”.

Per i giudici del “Riesame” invece non si configura in alcun modo il reato di estorsione ed al massimo, anche se lo escludono potrebbe configurarsi il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni, reato per il quale la legge non prevede l’arresto. Dunque l’annullamento del carcere, che ha permesso ad Arnone di essere rimesso in libertà, rimette in discussione l’intera accusa.