Alla scoperta delle Terme Romane. Ad Agrigento al via i nuovi scavi

Appaltati i  lavori del Quartiere Ellenistico Romano

Con quasi 4 milioni di euro nuova vita e ampliamento dello scavo dell’impianto termale. 

Continua l’attenzione dell’ente Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi verso i siti minori. Il progetto, la cui gara d’appalto si é svolta presso l’UREGA, ha come obbiettivo quello di ridare valore, rimettere in luce e, quindi, portare alla riscoperta il vasto patrimonio di scavi e monumenti presenti nella zona Ellenistica Romana, migliorandone la fruizione da parte dei visitatori.

Edificato nel cuore dell’antica Akragas, a non molta distanza dal rinvenuto teatro antico, dei suggestivi ruderi delle sontuose abitazioni d’età ellenistico-romana, ancora oggi si conosce troppo poco. Non tutti sanno infatti, che al suo interno era inglobato un impianto termale.

“Proprio per questo, verrà ampliato e proseguito lo scavo dell’Insulae quarta dove abbiamo rinvenuto le terme – spiega il direttore del Parco Archeologico Giuseppe Parello – indagheremo questo edificio per comprendere l’estensione complessiva di questo impianto termale”.

Ma i lavori di restauro saranno finalizzati anche a rendere il quartiere ellenistico romano, troppo spesso ed ingiustamente snobbato dai visitatori, meglio fruibile, con nuovi percorsi pedonali e una segnaletica adeguata. 

Ci sarà una rivisitazione del percorso di visita, con nuovi itinerari, segnaletica adeguata e copertura degli ambienti interessati da intonaci e da mosaici. Lo scavo sarà esteso e riguarderà anche le aree a ridosso dell’Insulae quarta“, conclude Parello. 

I lavori, una volta ultimati favoriranno l’esplorazione di questo sito, nonché  l’approfondimento, di aree già note, allo scopo di acquisire maggiori informazioni sulle vicende storiche che hanno caratterizzato le diverse fasi insediative dell’epoca. Ad eseguire i lavori l’impresa «Arkea Restauri» di Agrigento che ha offerto un ribasso del 38,61 per cento sull’importo a base d’asta. (DV)

Nelle foto l’architetto Parello con il suo team, planimetrie e immagini del progetto di copertura.