Amato e Battaglia: “che fine hanno fatto 3 milioni di euro”?

“Che fine hanno fatto 3 milioni di euro dell’Anas”?

Lo chiedono i Consiglieri Antonino Amato e Gabriella  Battaglia in una interrogazione presentata all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Firetto.

Un’ interrogazione sullo stato dell’arte delle opere di compensazione in relazione ai lavori della SS640.
I due consiglieri vogliono conoscere i motivi del “colpevole ritardo e quando potranno essere appaltati i lavori, considerato il fatto raro che ormai da anni sono disponibili le risorse economiche”.
Come si ricorderà, nel lontano mese di Agosto del 2011 il Comune di Agrigento, con l’allora sindaco Marco Zambuto, firmò con l’ANAS una convenzione che riguardava le misure compensative derivanti dall’impatto ambientale che la realizzazione del raddoppio della SS640 aveva sul territorio.
Sono già passati più di cinque anni, da quell’accordo tra Zambuto ed il Direttore Regionale dell’Anas. Agrigento doveva ottenere la considerevole somma di 3milioni di euro su un totale di oltre 10milioni da erogare a tutti i comuni interessati dall’importante opera di collegamento viario.
Come Agrigento, i comuni che ottennero i finanziamenti dall’Anas furono Castrofilippo e Grotte, ciascuno ebbe un totale di 1milione di euro , Canicattì, Racalmuto e Favara 1milione e 900mila a testa.
Dopo tutto questo lunghissimo tempo trascorso i comuni di Grotte, Castrofilippo, Favara, hanno ottenuto dall’Anas le somme a loro destinate ed hanno realizzato le opere previste.
Ad Agrigento invece, si pensò di riqualificare tutta la zona del quadrivio Spinasanta, intervenendo sulla piazza, antistante la Chiesa, per renderla più ampia migliorando così la circolazione stradale.
Di questo progetto, considerato da alcuni  un’opera esagerata, non si è più parlato.