Agrigento VS Siena: gara aperta a tutti i pronostici

Domani al palaMoncada la Fortitudo aspetta Siena alle 18 e tutti i pronostici sono per gli ospiti. Il coach Franco Ciani sa quindi che “ci vuole il contributo di tutti per esprimere il meglio sul campo”. 

La Mens Sana Siena è stata la società di basket italiana più vincente tra il 2004 e il 2013, periodo in cui vinse 8 Scudetti (tra cui i due revocati), 5 Coppe Italia (anche qui, comprese le due revocate), e ottenne dei buoni risultati nelle competizioni europee, arrivando due volte terza in Eurolega (l’equivalente della Champions League nel basket). Attualmente è anche quella che si presenta nelle condizioni migliori: quattro vittorie su cinque partite ed è capolista, seppur insieme ad altre formazioni anch’esse col vento in poppa. 

 La Fortitudo sconta in classifica un inizio stentato ed attualmente si trova nel gruppone di squadre con 4 punti, in virtù di due vittorie interne contro Latina ed Agropoli, mentre, lontano dalle mura amiche, Piazza e compagni hanno subito sconfitte anche nette.

 Per Ciani la forza dei prossimi avversari sta nel fatto di essere “incentrati sui due americani” e di avere realizzato un equilibrio eccellente. Pertanto “Noi dobbiamo essere pronti a giocare sullo stesso piano motivazionale, mettendoci quella rabbia in più di chi sta facendo fatica a mostrare le proprie qualità”, ha detto in conferenza stampa venerdì scorso.

Il tecnico di Siena Giulio Griccioli parla con rispetto dei biancoazzurri di Agrigento: “Ci aspetta una trasferta lunga e difficile. Agrigento è un club che da anni è un punto di riferimento di questo campionato. È una squadra con molte riconferme ed ha l’obiettivo dichiarato di centrare un posto alto nei playoff. Adesso la classifica conta meno di zero, ma sorprendere una delle squadre più forti del campionato potrebbe essere un’occasione ghiotta per mettere punti in cascina”.

Anche la stampa locale presenta la formazione agrigentina sottolineando le qualità del roster siciliano. Il sito web oksiena da questa pagella alla Fortitudo: “Le chiavi del gioco sono affidate alle sapienti mani del fromboliere Alessandro Piazza, play tascabile di 175 cm, uno tra i migliori assist man del campionato (4.6 assistenze a partita) divenuto ormai l’idolo della curva. Giocatori ormai di casa nella città dei Templi sono l’esterno Marco Evangelisti ed i lunghi Albano Chiarastella e Quirino De Laurentiis. Il primo, una sicurezza dell’attacco della Fortitudo, spesso in doppia cifra e micidiale soprattutto in uscita dai blocchi è, al contrario di molti altri tiratori, uomo squadra e non” mangiatore di palloni. Chiarastella, capitano e bandiera della Moncada, al settimo anno in Sicilia, nonché fido pretoriano di Ciani, è il classico uomo tuttofare, utile sotto le plance ma da rispettare anche con i piedi dietro l’arco. De Laurentiis, infine, è un giocatore cresciuto a dismisura sotto la cura del coach udinese, tanto da guadagnare sempre di più la fiducia del proprio allenatore. Dal mercato estivo sono poi arrivati Innocenzo Ferraro, ultimo campionato a Roseto, chiamato a dare profondità alle rotazioni dei lunghi, ed un giocatore il cui cognome farà certamente venire i brividi ai tifosi bianco verdi della vecchia guardia vale a dire Ryan Bucci. Il figlio del grande George, alla terza avventura siciliana dopo quelle a Ragusa ed a Barcellona, arriva da Ferrara per garantire leadership e pericolosità sul perimetro. Nuovi sono anche i due americani. Perrin Buford è un’ala appena uscita da Middle Tennessee Un, ed è un giocatore completo, con buon tiro e discreto fisico per farsi valere a rimbalzo (16.8 punti e 7.4 rimbalzi le sue cifre). Damen Bell – Holter è invece il 5 titolare. Prodotto di Oral Roberts Un, già visto in Europa tra seconda lega turca e campionato finlandese, Bell – Holter è un elemento che, oltre ad essere assai efficace sotto le plance, non disdegna gite fuori dal pitturato, possedendo mano educata dalla media e lunga distanza e produce attualmente 14.2 punti e 10 rimbalzi a partita. Si alternano infine a referto gli under Giuseppe Cuffaro ed i gemelli Mario ed Andrea Tartaglia”.

Cosa si aspetta Ciani dai suoi ragazzi lo ha detto chiaramente: “ Qualcosa in più al di là del rendimento di ognuno consono con le aspettative. E’ chiaro che la soglia che abbiano raggiunto in questo momento non è sufficiente e ci vuole il contributo di tutti per esprimere il meglio sul campo. Mi aspetto un contributo da parte di tutti perché si innalzi il livello tecnico generale. Anche chi ha avuto fino a dora un livello alto, oggi deve rimboccarsi le maniche e fare qualcosa in più aiutando anche chi mostra più difficoltà”. 

Ed anche il coach di Agrigento esprime giudizi lusinghieri sugli avversari: “Siena ? Ha due giocatori americani straordinari. Fanno in media 45 punti in due e tirano molto. Sono due giocatori sui quali vi sarà un lavoro difensivo abbastanza complesso. Loro hanno talento e qualità; il centro Myers ha una prestanza fisica importante. Anche i due playmaker sono di altissimo livello. Loro giocano a ritmo”    

 Tanto fair play, ma domani sul campo nessuno risparmierà all’altro i colpi giusti per piegare l’avversario.

Elio Di Bella