Agrigento, imprenditore assolto. Era accusato di evasione fiscale

Il Tribunale di Agrigento, accogliendo le istanze del difensore l’ Avv. Eduardo Cirino, ha assolto un imprenditore, A.S., imputato di evasione fiscale, che nella qualità di rappresentante legale di una impresa di costruzioni, omettendo di presentare la dovuta dichiarazione dei redditi, evadeva le imposte sui redditi e IVA della medesima società, con conseguente sottrazione di imposta.

La vicenda, riporta Grandangolo, scaturiva da un avviso di accertamento emesso dall’Agenzia delle entrate che, a seguito di accertamento incrociato per la mancata dichiarazione dei redditi da parte dell’imprenditore agrigentino, accertava l’attività reddituale dello stesso attraverso i propri conti correnti privati, deducendo che le somme rinvenute negli stessi conti correnti, fossero da considerare frutto di evasione fiscale dettata dall’omessa dichiarazione dei redditi.

Nel corso del processo, la difesa faceva emergere che, l’attività svolta dagli accertatori risultava errata in quanto l’impresa accertata non aveva mai svolto alcuna attività nè emesso alcuna fattura, e le presunte somme evase, provenivano dai conti correnti privati dell’imprenditore quale frutto di altre attività imprenditoriali e immobiliari dello stesso, e comunque non riconducibili alla società accertata.

Il Tribunale di Agrigento non ritenendo provata la colpevolezza dell’imputato in ordine ai reati a lui ascritti, lo ha assolto perchè il fatto non sussiste.