Agrigento, bancarotta fraudolenta, Giuseppe Burgio resta in carcere: riesame respinge ricorso

Giuseppe Burgio resta in carcere. L’ex “re dei supermercati” è in cella dall’ottobre scorso quando, in un blitz eseguito dalla Guardia di Finanza e denominato “Discount”, fu arrestato con l’accusa di bancarotta fraudolenta.  La difesa dell’imprenditore 51enne di Porto Empedocle, rappresentata dall’avvocato Danile, aveva presentato istanza di scarcerazione e c’era attesa per la decisione del Tribunale del Riesame. Niente da fare, Burgio dovrà rimanere recluso. Il Riesame ha rigettato l’istanza. Le motivazioni di tale decisione saranno rese note nei prossimi giorni.