Ad Agrigento è allarme povertà – 600 famiglie vivono in completa indigenza

Ad Agrigento è allarme povertà – I dati
Richieste di aiuto, aumento esponenziale

Firetto Lillo Sindaco AgrigentoCibo, vestiti, lavoro, cure mediche. Sono le richieste di oltre 600 famiglie agrigentine che si rivolgono al Municipio o ai centri di primo ascolto della Caritas diocesana.

L’assalto alla povertà – ha detto il sindaco Lillo Firetto è una priorità del nostro tempo”.

Agrigento – Al via alcune importanti misure del Comune, adottate per contrastare la povertà. La città dei templi è la  prima in Sicilia ad adottare la Carta SIA per quanti si trovano in particolari condizioni di difficoltà economica. Dal prossimo mese di Dicembre infatti, gran parte dei 600 nuclei familiari che avevano presentato richiesta entro i termini previsti per il rilascio della Carta SIA (Sostegno per l’inclusione attiva) dopo il positivo riscontro dell’Inps, beneficeranno del contributo economico bimestrale spendibile per l’acquisto di generi di prima necessità. Una risposta ai bisogni delle famiglie disagiate che il Comune, in sinergia con associazioni e gruppi di volontariato, è riuscito a dare nell’immediato a tante famiglie che si trovano in stato di bisogno e sono residenti nella nostra città. Il nuovo servizio consentirà inoltre l’attivazione di un percorso di accompagnamento di questi nuclei familiari verso la fuoriuscita dalla situazione di inclusione sociale in cui versano.

L’assalto alla povertà – ha spiegato il sindaco Lillo Firetto (FOTO) – rimane una priorità del nostro tempo, causa di una crisi economica epocale che non è affatto superata”.