Coronavirus, strade deserte ma non sono mancati i furbetti: elevate trenta multe

Tra le giornate di venerdì e sabato (25 aprile), almeno trenta persone sono state multate di 370 ciascuno, dalle forze dell’ordine, ad Agrigento e provincia, per violazione dei decreti del Governo nazionale regionale per contenere il contagio del Coronavirus. Il bilancio complessivo del lungo ponte si conoscerà domani (lunedì 27).

Deserto il territorio di Agrigento, così come i centri vicini e le località balneari. Quello che si temeva alla vigilia delle festività del 25 aprile, per fortuna non si è verificato. Niente assembramenti in giro, né in case di campagna e villini.

Tutto questo grazie al super lavoro di Carabinieri (elevate 7 multe), polizia di Stato (altre 5 contravvenzioni), Guardia di finanza (3 sanzioni sulla Ss 115), polizia Locale (2 verbali vicino all’Hotel dei Pini) e polizia Provinciale.

I “furbetti” non hanno avuto scampo. Quelli che hanno cercato di aggirare le regole bloccati e multati, soprattutto, nella zona delle due rotatorie, degli Scrittori e Giunone, controllate dagli agenti della polizia Stradale di Agrigento.